Fare shopping da piacere al cervello: ecco la ricerca da 20 dollari

“Io amo fare shopping”. Quante volte lo avete sentito dire?
Sappiate che non è una frase detta così, tanto per dire, o una semplice passione, e alcuni scienziati statunitensi lo hanno dimostrato.  Si è scoperto, infatti, che fare shopping corrisponde ad un piacere che nasce nel cervello in quanto esiste un’area specifica che si attiva, ovvero il “nucleus accumbens”.

Gli scienziati hanno monitorato 26 volontari sottoposti a risonanza magnetica mentre gli mostravano degli oggetti che avrebbero potuto acquistare con 20 dollari e hanno scoperto che, per l’appunto, il “nucleus accumbens” si attivava quando i soggetti vedevano un prodotto di loro gradimento e che volevano effettivamente acquistare, mentre si disattivava quando non lo era o costava troppo.

Questo studio dimostra come alla base delle nostre scelte di acquisto ci siano dei processi mentali e neurologici, non è una mera scelta d’impulso e che, quindi, lo shopping sia dettato da una determinata area del cervello.

Siamo quindi legittimati ad amare lo shopping. Ce lo dice la scienza!